Michele Pittacolo sugli scudi in Romagna


Il campione paralimpico è a caccia della migliore condizione possibile in vista dell'impegno in Coppa del Mondo a Ostenda

Michele Pittacolo sugli scudi in Romagna

Michele Pittacolo ha mandato in archivio un altro fine settimana di importanti soddisfazioni agonistiche, sulla strada della ricerca della migliore condizione possibile in vista dell'impegno in Coppa del Mondo a Ostenda, ai primi di maggio.

In Romagna, sabato, il portacolori della PittaBike ha chiuso al secondo posto assoluto la prima edizione del Gran Premio Ciclistico Villapianta, nel Forlivese: una gara su strada, su un circuito di 3,5 chilometri da ripetersi quattordici volte, valida come prova di qualificazione ai Campionati italiani Uisp. Michele, correndo per tutto il percorso a ritmo molto elevato, si è piazzato alle spalle dell'eccezionale Gian Marco Agostini, pluridecorato campione italiano.

Domenica, nella gara off-road che ha assegnato il trofeo Oasi Bianca di mezzofondo su mountain bike a Pomposa, nel Ferrarese, Michele ha invece messo le proprie ruote davanti a tutti, andando a vincere in solitaria. da primo assoluto, oltre che ovviamente della propria categoria.

Due prestazioni di alto livello che confermano la discreta condizione atletica di Michele Pittacolo, atteso ora alle prove di Coppa del Mondo con la maglia azzurra, intese come passepartout per le Paralimpiadi di Tokio.

"A Forlì, su strada, ho corso molto bene: siamo andati in fuga assieme ad altri sette/otto corridori, correndo ad andatura molto elevata. A Pomposa, su mountain bike, su un percorso da mediofondo, sono riuscito ad ottenere un ottimo tempo, correndo per quasi 25 chilometri da solo, quasi disputando una cronometro. Sono stati due impegni che mi hanno permesso di allenarmi a fondo in vista dei prossimi impegni internazionali: sono molto contento della mia condizione, sia sotto l'aspetto atletico, sia sotto quello mentale. Mi sento molto tonico, sono maturo e concentrato nel mio impegnarmi in bicicletta: ho molta fiducia nelle mie possibilità e sono certo che a Ostenda farò un'altra grande gara".