PITTACOLO, RITORNO... IN TRICOLORE

 

 

 

 

 

Il campione paralimpico si è imposto nella crono ai Campionati nazionali di Francavilla al Mare, in provincia di Chieti

 

Pittacolo, ritorno… in tricolore

Michele Pittacolo ha vissuto un rientro alle gare in grande stile, vincendo il titolo italiano paralimpico a cronometro della categoria C4, ai Campionati tricolori di Francavilla al Mare, in provincia di Chieti. Dopo due mesi e mezzo di lontananza dalle corse, in seguito al grave incidente patito subito dopo il traguardo della Granfondo del Po, a Ferrara, il 10 marzo scorso, il campione friulano ha saputo resistere ai dolori che gli provocava lo stare in sella in posizione aerodinamica e alle difficoltà fisiche dovute a una preparazione per forza di cose non eccezionale, proprio a causa del lungo periodo di stop, in conseguenza allo sfortunato epilogo della gara di Ferrara.

"Due mesi fa - ha commentato Michele, nel dopo gara a Francavilla - non avrei mai pensato di conquistare questo tricolore a cronometro. Ancora una volta sono riuscito a rialzarmi e a ripartire. Partecipare al campionato italiano a cronometro è stata una soddisfazione che ha in parte ripagato anche tutte le persone, le tante persone, che in questi mesi mi sono state ancor più vicino, ognuna con le sue competenze, ma tutte con grande affetto mi hanno incoraggiato e sostenuto moralmente. Qualcuno ha provato a mettermi il bastone in mezzo alle ruote, ma la mia è una squadra di grandi persone e siamo riusciti a risolvere anche il problema della bici da crono che è arrivata giusto in tempo per la gara: mercoledì l’ho ritirata, subito ho fatto una prova per trovare la migliore posizione e sono partito per l'Abruzzo!".

Le condizioni fisiche non erano ottimali, anzi... "La mia unica preoccupazione - spiega Pittacolo - era per le mie costole fratturate costrette a una posizione bassa sulla bici da crono: pensavo mi avrebbero fatto molto male. Tutto sommato è andata molto meglio del previsto, solo l’ultimo giro il dolore s'è fatto sentire davvero, ma la gioia di essere di nuovo in gara ha vinto sul dolore che è passato in secondo piano. Non ho partecipato alla gara di Francavilla con l'obiettivo di centrare chissà quale risultato, però mi mancavano le emozioni che il movimento paralimpico è sempre in grado di darmi.Grazie a tutti gli sponsor che mi sono stati vicini e hanno creduto in me! E aggiungo anche i complimenti agli organizzatori dei Campionati Italiani paralimpici a cronometro per l'impeccabile lavoro".

Quello ottenuto a Francavilla a Mare è il 31° titolo italiano per Michele Pittacolo: il 30° in àmbito paralimpico, al quale si aggiunge il Campionato Italiano Strada Master 2 del 2006, conquistato prima dell'incidente che gli ha cambiato la vita. Michele ci tiene a considerare anche i due titoli italiani centrati nelle gare del circuito Avis, un ambiente al quale è particolarmente legato. Quindi, in tutto, sono 33 le maglie tricolori che il campione conserva nella sua casa di Bertiolo, in Friuli.

Ora, l'obiettivo principale di Michele Pittacolo è lavorare ed allenarsi per trovare di nuovo la migliore condizione in vista dei Campionati Italiani Paralimpici si strada, in programma a Darfo Boario ai primi di luglio.

L'appuntamento clou della stagione 2018 sarà il Campionato Mondiale, in programma a Maniago dal 3 al 5 agosto prossimi. Mancano due mesi e Michele non lascerà alcunché d'intentato per essere competitivo nella corsa iridata, nel suo Friuli.