MICHELEPITTACOLO NON SMETTE DI STUPIRE

 

 

 

Il campione del mondo si sta avvicinando nel migliore dei modi agli impegni di Coppa Europa

 

Michele Pittacolo non smette di stupire
 

L'onda lunga del titolo iridato di paraciclismo su strada, conquistato il 5 agosto a Maniago, ha avuto benefici influssi anche sugli impegni successivi di Michele Pittacolo che sarà impegnato, a settembre, nelle gare di Coppa Europa. L'8 e 9 settembre sarà a Törökbálint, in Ungheria; il 15 e 16 settembre a Belgrado, in Serbia e nell'ultimo fine settimana del mese a Praga, in Repubblica Ceca.

A Ferragosto, a Calderba di Ponte di Piave, nel memorial Vidotto organizzato dalla Fausto Coppi Polyglass Mapei, Pittacolo ha indossato per la terza volta consecutiva il titolo italiano Avis nella categoria dei Veterani 2, giungendo secondo nella volata del gruppo degli inseguitori. Il portacolori della Pitta Bike ha concluso i 57 chilometri del percorso trevigiano in un'ora e 17 minuti, a oltre 44 km/h di media, superando anche i normodotati.

Oggi, il campione friulano ha siglato la vittoria nella categoria M4 della 100 chilometri, nell'ambito della Fiera del Riso a Jolanda di Savoia, in provincia di Ferrara, sul delta del fiume Po. Nonostante un problema meccanico, Pittacolo ha voluto correre fino in fondo sul circuito pianeggiante da 16,4 chilometri da percorrere varie volte, riuscendo a far valere la propria classe e l'indiscutibile potenza.

"Ho fatto un gran numero” ha commentato nel post gara. “Prima di partire, in fase di riscaldamento, ho rotto il filo del cambio e non ho avuto modo di sostituirlo in tempo. Ho così deciso di correre comunque la gara, anche senza poter cambiare i rapporti. Ho usato solo il 53 x 11. Alla fine, ero stanchissimo, ma ho dimostrato di avere una condizione eccellente".